Pelle, i tanti problemi, le molte soluzioni

L’ambito dermatologico è tra i più intriganti e complessi, del resto si dice che la pelle sia il nostro “organo più esteso”. Non è un solo un semplice “involucro”, assolvendo a una pluralità di funzioni vitali di difesa, termoregolazione, percezione, secrezione. Si tratta insomma della “cartina di tornasole” tra l’universo esterno e quello interno, filtro, espressione e punto di sfogo di entrambi, problematiche incluse. Ė la pelle a poter sovente segnalare la presenza di disturbi e patologie, da quelle gravi come i tumori, alle più innocue dinamiche legate ad esempio alla crescita o anche a situazioni di stress psicologico.

Pelle, i tanti problemi, le molte soluzioni

Nella complessità, comunque, vale per la pelle quel che Carl Jung scriveva sulla psiche. La pelle, con le sue alterazioni, non cerca di disegnarci “enigmi”, bensì di segnalarci nel modo più chiaro possibile quel che può. Per leggere quel “messaggio” è generalmente necessario uno specialista ma, fuori da ipocondrie e allarmismi, il problema è nella maggior parte dei casi legato a qualche banale infiammazione o infezione esterna, facilmente riconoscibile quanto risolvibile.

La ricerca medica in quest’ambito è oramai consolidata, tant’è che molti dei principi attivi sono disponibili anche farmaci equivalenti, che costano meno, a identica efficacia, in quanto la loro licenza brevettuale era già in precedenza cessata.

La panoramica delle infezioni batteriche è del resto piuttosto articolata, includendo follicoliti, foruncolosi, eczemi microbici, infezioni del contorno delle unghie (perionissi), infezioni secondarie da lesioni cutanee, infiammazioni (quali l’acne), malattie che coinvolgono il sistema immunitario (inclusa la psoriasi pustolosa). Il rimedio qui può trovarsi con qualche crema antibiotica “aminoglicosidica”, quale la “gentamicina” o la “neomicina”, previo consiglio del medico.

Poi ci sono i cosiddetti “corticosteroidi”, come il “betametasone”, utili anche dinanzi a eritemi solari, allergie, punture di insetti o altro. Ancora, in presenza di ferite, può essere prezioso un cicatrizzante, come il “clostebol acetato”, derivato dal testosterone, che alimenta e accelera la riparazione delle lesioni cutanee e cutaneo-mucose. Vale, in tutti i casi, il concetto che la nostra pelle merita attenzione, nostra e del medico e farmacista di fiducia. Sapendo che i problemi possono essere molti e diversi, ma lo sono anche i rispettivi rimedi.

FONTI

pazienti.it
https://www.pazienti.it/news-di-salute/problemi-della-pelle-27062016

farmacia.xagena.it
https://farmacia.xagena.it/70e3af92f42d99d5d3022a6e968393ff.html

carlroth.com
https://www.carlroth.com/downloads/sdb/it/8/SDB_8668_IT_IT.pdf