È arrivata la febbre: niente paura!

(Ma facciamola andar via)
Brividi, dolore, stanchezza, malessere...
Contro febbre e dolore puoi provare Paracetamolo Zentiva

Capita un po' a tutti e a tutte le età. Nella maggior parte dei casi dura pochi giorni senza lasciare strascichi. I sintomi sono spesso inequivocabili: brividi lungo il corpo, mal di testa, indolenzimento dei muscoli, disidratazione, un senso di spossatezza generale.

La febbre - quando è passeggera e non troppo alta - è un malessere molto comune. Soprattutto, però, è un fondamentale meccanismo di difesa che il nostro organismo mette in atto per combattere le infezioni:

  • Rende più difficile la proliferazione batterica e virale
  • Stimola la risposta immunitaria con la produzione di anticorpi e altre cellule di difesa
  • Manifesta dei segnali di allarme che rende chiaro lo stato di malessere.

Lo sapevi che La febbre nei bambini

Nei bambini spesso l'entità della febbre non è correlata alla gravità dell'infezione: un semplice raffreddore potrebbe provocare febbre, ma senza particolari rischi.
La febbre fa parte dei fisiologici meccanismi di difesa, quindi non andrebbe abbassata sempre e comunque all'interno di determinati range.

La febbre in gravidanza

Fin dai primi giorni dopo il concepimento, la temperatura corporea della futura mamma si alza di alcuni decimi di grado. Di norma, la febbre in gravidanza non espone la donna a problemi particolari. Se però la febbre è elevata (> 38,5°C) e soprattutto durante i primi tre mesi, ci potrebbero essere dei rischi. In questi casi è consigliabile assumere un antipiretico. Il Paracetamolo, ad esempio, è consigliato in casi di necessità e sotto controllo medico.

La febbre nelle persone anziane

Gli anziani, come i bambini, sono generalmente più esposti ai rischi collegati agli sbalzi di temperatura. Con l'avanzare dell'età, infatti, l'organismo diventa progressivamente più attaccabile dagli stati febbrili e meno efficiente nel contrastare le cause che portano a stati influenzali. In caso di febbre si consiglia di bere molta acqua e di ricorrere, con la giusta cautela, ad un antipiretico.


Che cos'è la febbre?
La febbre è un sintomo, dovuto a un meccanismo di autodifesa in risposta a un’infezione e/o una malattia. Si manifesta con un anomalo aumento della temperatura corporea.

Normalmente si parla di febbre quando supera i 37,5°C, a patto di averla misurata correttamente, meglio se con il termometro digitale.
Se una febbre leggera a volte aiuta a contrastare la causa che l'ha generata, in caso di temperature più elevate (> 38,5°C) e malessere prolungato può essere utile affidarsi a farmaci antipiretici.



Piccoli consigli in caso di febbre
  • Resta a riposo, a letto
  • Bevi molti liquidi (acqua, tè, succhi di frutta)
  • Preferisci cibi digeribili e nutrienti
  • Assumi più vitamine, in particolare la vitamina C: si trova in molta frutta e verdura (agrumi) e nei più comuni integratori
  • Indossa indumenti leggeri
  • Mantieni la temperatura della stanza intorno a 18-22°C
  • Utilizza l'umidificatore per migliorare la qualità dell'aria
  • Fai areare la stanza stando attento a non prendere freddo
  • Ricorda di consultare sempre il tuo medico di fiducia.