HERPES ZOSTER

Definizione

Per herpes zoster, più conosciuto come “fuoco di Sant’Antonio”, si intende comunemente un’infezione causata da un virus chiamato anche varicella zoster. Questo virus causa la varicella e ha una caratteristica particolare: una volta che ha provocato la varicella, non viene debellato del tutto, ma resta nell’organismo, senza dare sintomi (si parla di virus latente) e aspettando altri momenti favorevoli per tornare attivo.

Fra un “risveglio” e l’altro rimane “dormiente”, cioè nascosto nelle radici di un nervo cutaneo. Quando si risveglia, non provoca più la varicella, ma una sofferenza del nervo (che provoca dolore) e della cute innervata, che si riempie di vescicole: è il cosiddetto “fuoco di Sant’Antonio”.

Non è un herpes contagioso, ma l’ammalato di herpes zoster può essere causa di varicella in un bambino che ancora non ha contratto la malattia.

Cause

La varicella è contagiosa: la trasmissione dalla malattia avviene tramite le minuscole goccioline di saliva che il bambino emette quando parla o respira.
Anche il siero delle vescicole e le secrezioni nasali costituiscono un forte veicolo di contagio. 
 
Il “fuoco di Sant’Antonio”, che compare quasi sempre in età adulta, nasce spesso in corrispondenza di situazioni stressanti o di un abbassamento delle capacità difensive, come in caso di stanchezza, stress, malattia cronica, cura con cortisone, ma anche in apparente benessere.

Non si trasmette attraverso il respiro o le goccioline di saliva, ma solo attraverso il contatto diretto con il siero contenuto nelle vescicole.

Sintomi

La varicella si manifesta inizialmente con qualche linea di febbre, cambiamento di umore inspiegabile, mal di gola, colpi di tosse e stanchezza. Solo dopo una settimana iniziano a comparire delle macule (macchioline rosse) che si trasformano in maculo-papule, poi in vescicole e infine in croste.

Il “fuoco di Sant’Antonio” si manifesta innanzitutto con un eritema. Dopo 12-24 ore compaiono anche vescichette del tutto simili a quelle della varicella e riunite in “grappoli”, localizzate lungo il decorso di un nervo sensitivo. Molto caratteristico è il dolore, che inizia come un formicolio e poi diventa bruciante e intollerabile e spesso non lascia dormire di notte.

Le vescicole cutanee hanno un contenuto sieroso o emorragico e, rompendosi, danno luogo a croste che guariscono in 2-3 settimane, generalmente senza conseguenze.

Diagnosi

Riconoscere un’infezione di questo tipo in genere è abbastanza semplice. 
Allo specialista bastano una visita accurata e un’Anamnesi, ossia un colloquio approfondito con la persona, per avere un quadro chiaro della situazione. Eventualmente, il medico può richiedere delle analisi del sangue, per verificare la comparsa di anticorpi contro questo virus.

Cure

È necessario evitare l’automedicazione e rivolgersi al medico, che stabilisce trattamenti diversi a seconda dei singoli casi.

In genere, la varicella guarisce spontaneamente nell’arco di due-tre settimane. Per alleviare i sintomi avvertiti dai pazienti in questa fase, come prurito e febbre, il medico può prescrivere farmaci sintomatici. Se lo reputa necessario, può prescrivere anche medicinali in grado di impedire la replicazione del virus e di ostacolare l’evoluzione della malattia. In tutti i casi, la scelta dei principi attivi da somministrare, della durata e delle modalità della terapia sono di competenza dello specialista.

Anche l’herpes zoster tende a risolversi spontaneamente, dopo un periodo variabile di circa due settimane. In questo arco di tempo, il medico può prescrivere terapie farmacologiche mirate a tenere sotto controllo i sintomi e, se lo reputa necessario, terapie capaci di ridurre la durata della malattia. In alcuni casi, può anche decidere di ricorrere all’uso di farmaci che impediscono che le lesioni si infettino.

Come sempre, la scelta su farmaci e modalità di somministrazione spetta al medico.

Alimentazione

Non esiste una vera e propria dieta in grado di combattere o prevenire la comparsa di questa infezione.
Sicuramente, però, privilegiare un’alimentazione ricca di vitamine, fibre, sali minerali e sostanze antiossidanti è utile perché aiuta a rafforzare le difese dell’organismo.