HERPES SIMPLEX

Definizione

L’herpes simplex è un virus che si introduce nell’organismo e si annida in alcune cellule. In pratica, “sfrutta” la cellula che lo ospita per poter sopravvivere e la obbliga a produrre nuovi virus, scatenando l’infezione. 
Gli herpes virus hanno una caratteristica particolare: una volta che hanno causato la prima infezione non vengono debellati del tutto, ma si rifugiano all’interno dell’organismo e rimangono “in letargo”. 
Possono restare latenti per molto tempo e poi, a un certo punto, tornare aggressivi, scatenando una nuova infezione.

Cause

Il virus herpes simplex penetra nell’organismo secondo modalità non sempre chiare. Sicuramente può essere trasmesso tramite il contatto con liquidi biologici infetti (sangue, saliva, lacrime), ad esempio attraverso un bacio o dalla madre incinta al feto attraverso la placenta.
Di norma si riattiva quando l’organismo è più debole e, dunque, ha meno resistenze per combattere la sua proliferazione (espansione). 
Può succedere, ad esempio, in concomitanza di uno stato febbrile causato da influenza o da una malattia infettiva, soprattutto quelle dell’apparato respiratorio (ad es., pertosse), durante il ciclo mestruale o dopo esposizione ai raggi solari oppure come conseguenza di disturbi digestivi. 
Anche stress psichici e sforzi fisici esagerati possono stimolarne la comparsa.

Sintomi

Si distinguono due forme di herpes simplex. 
Il simplex 1 colpisce la parte superiore del corpo. Di solito, alla prima manifestazione non provoca disturbi particolari o solo sintomi generali, mentre a quelle successive scatena l’herpes labiale, caratterizzato da bollicine sulle labbra, oppure l’herpes all’occhio o in altre zone del volto. 
L’herpes è soprattutto un problema estetico, anche se fastidioso: si preannuncia con prurito e rossore, poi compaiono vescicole a grappolo, piene di siero, fastidiose e pungenti. 
L’herpes del volto si trasmette attraverso il contatto diretto con il siero contenuto nelle bollicine. Fino a quando le vescicole non sono state completamente sostituite dalle croste, dunque, l’infezione è altamente contagiosa. 
Nel caso dell’herpes labiale basta un bacio oppure lo scambio immediato di bicchieri, posate o tovaglioli per contrarre il virus. È anche possibile autoinfettarsi: se, ad esempio, si tocca con le mani la “febbre” e poi ci si strofina gli occhi, si può trasmettere l’infezione da una parte all’altra.
Il simplex 2 colpisce la parte inferiore del corpo, in particolare l’area genitale, causando vescicole accompagnate da prurito e dolore. Dopo la prima manifestazione possono comparire periodiche recidive che, però, solitamente sono meno intense. L’herpes simplex 2 si trasmette per via sessuale.

Diagnosi

La diagnosi viene fatta solitamente nella fase acuta, attraverso una visita specialistica ed eventualmente un prelievo di siero dalle vescicole, che viene poi esaminato al microscopio o in coltura, alla ricerca del virus. 
Se i disturbi sono più vaghi, occorre fare un prelievo di sangue per dosare gli anticorpi (sostanze di difesa) specifici prodotti contro l’herpes simplex.

Cure

Le cure variano in relazione al tipo di herpes e ai sintomi avvertiti. Ecco perché vanno sempre stabilite dallo specialista. 
Contro l’herpes labiale, il medico può prescrivere cure farmacologiche in grado di migliorare la situazione e di indebolire il virus, impedendone la replicazione. Principi attivi, tempi e modalità di cura vanno decisi dallo specialista stesso in base al caso specifico.
Contro l’herpes genitale, lo specialista può prescrivere farmaci che agiscono alleviando le manifestazioni e accelerando la soppressione del virus.
Contro l’herpes dell’occhio, il medico può prescrivere sia farmaci che impediscono la replicazione del virus sia farmaci che evitano un’eventuale sovrainfezione batterica.
In alcuni casi, lo specialista può decidere di non ricorrere a cure farmacologiche e di lasciare che la malattia guarisca spontaneamente.
Per prevenire la malattia, è possibile ricorrere alla vaccinazione specifica. Si basa sull’iniezione di antigeni virali dell’herpes (parti del virus stesso), che aumentano le difese naturali dell’organismo.

Alimentazione

In generale, è utile seguire un’alimentazione equilibrata e ricca di frutta e verdura, che contengono vitamine e antiossidanti, sostanze in grado di rafforzare il naturale sistema di difesa dell’organismo.