Integratori alimentari

Gli integratori si dividono in varie categorie a seconda di quali siano gli elementi da cui derivano.
 

  1. Gli integratori nutrizionali relativi ai macronutrienti: sono gli integratori proteici (a base di proteine o loro costituenti come gli amminoacidi ramificati), e quelli zuccherini (come le maltodestrine). Servono a integrare i cosiddetti alimenti di base, per una performance fisica importante.
     
  2. Gli integratori di sali minerali: potassio, magnesio, calcio, cloruro, sodio. Spesso sono presentati in associazione multipla, anche se in realtà quelli più usati sono il potassio, il magnesio e il cloruro di sodio in quanto questi elementi si perdono con il sudore. Poi ce ne sono altri: ferro, rame, zinco, che sono più specifici e devono essere usati con attenzione.
     
  3. Gli integratori vitaminici.
     
  4. Gli integratori ergogenici, costituiti da quelle sostanze che servono a dare energia: creatina e carnitina.
     
  5. I probiotici, come ad esempio i fermenti lattici.
     
  6. Fibre 
      

Quando usarli? 
 
Costituendo una fonte concentrata di nutrienti o di sostanze gli integratori sono destinati a complementare la dieta, e non a sostituire il cibo
Devono quindi essere presi in linea con precise indicazioni date dal medico o dal dietologo. Il loro utilizzo viene consigliato in alcune condizioni, come stati di denutrizione, allattamento, in certe malattie, in caso di allenamenti intensi. 

  • L'Acido Folico o vitamina B9 viene consigliato alle donne in gravidanza per prevenire i difetti di sviluppo neurologico del bambino.
     
  • Le vitamine e gli antiossidanti sono utili in caso di stati di debilitazione in seguito a malattie.
     
  • Gli integratori proteici in quelle persone che hanno bisogno di aumentare la massa muscolare o negli stati di carenza.
     
  • I probiotici per rinforzare le difese immunitarie e regolare la flora batterica intestinale.

 
Quali sono quelli specifici per lo sport?
 
Per lo sport si usano in prevalenza gli integratori nutrizionali di base, quelli che apportano energia o consentono il ripristino degli elettroliti cellulari: le maltodestrine, gli integratori proteici,  la creatina e i sali minerali.
  
Le maltodestrine svolgono la funzione di carburante per il muscolo, gli aminoacidi ramificati servono a costruire massa muscolare perché sono utilizzati per il 90% dal muscolo stesso, la creatina consente di avere energia esplosiva, i sali minerali intervengono nell'equilibrio acido-base del sangue. 
 
Non dimentichiamo la vitamina C e la vitamina E, potenti antiossidanti, che combattono i radicali liberi. L'integrazione non è sempre necessaria: l'integrazione ha un significato quando la persona fa un'attività fisica particolarmente impegnativa. 

   

Gli integratori possono nuocere alla salute?
 
Gli integratori alimentari assunti nei dosaggi standard (quelli indicati sulle confezioni) non risultano dannosi, ma se presi a dosaggi eccessivi possono fare male.