COVID-2019: contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica.

 

Emergenza Coronavirus

Misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-2019 (decreto-legge)

Il Consiglio dei Ministri, su proposta del Presidente Giuseppe Conte, ha approvato un decreto-legge che introduce misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-2019.

Il decreto interviene in modo organico, nell’attuale situazione di emergenza sanitaria internazionale dichiarata dall’Organizzazione mondiale della sanità, allo scopo di prevenire e contrastare l’ulteriore trasmissione del virus.

Il testo prevede, tra l’altro, che nei comuni o nelle aree nei quali risulta positiva almeno una persona per la quale non si conosce la fonte di trasmissione o comunque nei quali vi è un caso non riconducibile ad una persona proveniente da un’area già interessata dal contagio, le autorità competenti sono tenute ad adottare ogni misura di contenimento adeguata e proporzionata all’evolversi della situazione epidemiologica.

Attualmente i comuni in quarantena sono: Vo’ Euganeo (Veneto), Codogno, Terranova e Castiglione la lista comprende anche Casalpusterlengo, Somaglia, San Fiorano, Bertonico, Maleo, Castelgerundo e Fombio (nella regione Lombardia). Si rimanda al sito del Ministero della Salute per tutti gli aggiornamenti in tempo reale.

Questi comuni sono di fatto chiusi: non si entra e non si esce, se non in corridoi protetti per gli approvvigionamenti.

La Lombardia e il Veneto hanno attivato punti di contatto aggiuntivi dove si possono segnalare problemi di salute ma anche chiedere semplici informazioni. Per far fronte alle numerose richieste di informazioni è necessario contattare anche questi numeri soltanto se necessario.

Lombardia

Ecco le indicazioni della Regione Lombardia:

I cittadini che risiedono nei Comuni lombardi indicati nell'ordinanza del 23 febbraio e hanno sintomi influenzali non devono recarsi in pronto soccorso ma chiamare il numero verde unico regionale 800.89.45.45 

Oppure chiamare il 112 o per informazioni generali il numero 1500.

Per altre info vai al sito della Regione Lombardia

Veneto 

Ecco le indicazioni della Regione Veneto:

Le persone che temono di essere entrate in contatto con soggetti infetti, ma che non hanno alcun sintomo o che presentano sintomi lievi come febbre e/o tosse senza difficoltà respiratoria, non devono chiamare il 118 e non devono recarsi in ospedale; devono rivolgersi al numero verde 800.46.23.40.

In caso di dubbi o sospetti chiamate il 1500, in caso di sintomi non andate in ospedale ma chiamate il 118!

Seguire costantemente i canali social regionali https://www.facebook.com/RegionedelVeneto e https://twitter.com/RegioneVeneto

Per altre info vai al sito della Regione Veneto.

La collaborazione dei cittadini è fondamentale per fronteggiare l'emergenza Coronavirus.