Mal di gola, i “rimedi della nonna” e altre risposte rapide

Latte caldo col miele, tisane, camomilla, suffumigi con menta o eucalipto. I vecchi “rimedi della nonna” funzionano davvero? La risposta è complessa, così come lo è il mal di gola, che può essere il sintomo di una varietà di irritazioni e tipologie di infezioni, virali o batteriche, che richiedono terapie diverse. In sintesi, comunque, quei piccoli accorgimenti vanno comunque bene, perché forniscono almeno un parziale sollievo al problema, e il sollievo è quantomeno un contributo all’efficacia terapeutica, perché rafforza le capacità endogene di risposta dell’organismo.

immagine-articolo

In aggiunta, si consiglia anche una buona umidificazione dell’ambiente, una cospicua idratazione del corpo (bere tanti liquidi) e anche un adeguato riposo, sia dell’organismo nel suo insieme che dell’attività della voce. Detto tutto questo, ci sono rimedi molto semplici e mirati sul piano farmacologico, disponibili anche come medicinali da banco, senza necessità di ricetta medica.

 

In questi spazi abbiamo ricordato l’ibuprofene e il paracetamolo, e le relative differenze. Il primo associa le funzioni antinfiammatorie con quelle antipiretiche e analgesiche, il secondo è un rimedio periodico ritenuto sicuro perfino durante la gravidanza (in assenza di allergie o di insufficienza epatica o renale). Sul mal di gola però i rimedi sono anche altri e più incisivi, tra cui il “flurbiprofene”, che associa attività antisettiche e antibatteriche. 

 

Si tratta di un principio attivo, disponibile come collutorio o anche da soluzione da nebulizzare (nonché in formulazioni cutanee e rettali), anch’esso della categoria dei “Fans”, antinfiammatori non steroidei, che risulta indicato anche per contrastare altri tipi di dolore del cavo orofaringeo, quali gengiviti e stomatiti, emerse sovente in conseguenza di qualche terapia dentaria.

 

Ė essenziale, come sempre, cercare comunque il consulto di un medico o di un farmacista, circa la soluzione o le soluzioni appropriate. La realtà di fondo è che i “suffumigi della nonna” possono essere d’aiuto ma raramente sono sufficienti allo scopo. Contrastare il mal di gola richiede attenzioni preventive e misure terapeutiche antiche, ma spesso serve altro, a iniziare da un buon consiglio professionale.

 

FONTI

wired.it

equivalente.it

my-personaltrainer.it

zentiva.it